Libro di viaggio in Islanda

libro di viaggio islanda

Libro di viaggio in Islanda

Un libro di viaggio sul grande nord, storie e racconti, ma prima di tutto un diario sulla strada. I racconti di questo libro coivolgono: Canada, Groenlandia, Islanda, Isole Faroe, Lapponia, Scozia e Siberia (Kamchatka).

Ho percorso l’Islanda, la prima volta, in estate, con il sole splende ancora quando dovrebbe essere notte. Una toccata e fuga, sulla via per la Groenlandia. L’Islanda esplode nei suoi colori, cascate poderose e poetiche, coste selvagge, scrosci di pioggia e arcobaleni improvvisi.

Ci sono voluto tornare a cavallo del solstizio d’inverno quando, esattamente all’opposto, il sole non sorge quando ci si aspetterebbe la luce. Lancia i suoi raggi sulla terra ghiacciata soltanto in tardissima mattinata, poi rimane là, all’orizzonte, senza salire se non di pochi gradi. La luce dell’alba diventa quella del tramonto, poi di nuovo notte, lunga quasi venti ore.

In inverno, non sono i luoghi più famosi a colpire il viaggiatore, ma le luci e le visioni, che improvvisamente irrompono tra le nuvole, la nebbia, su una baia ghiacciata, in una accennata aurora boreale sopra una casetta in mezzo al nulla. Le ore di luce a disposizione sono pochissime, ma saranno cariche di visioni tutte insieme, in un caleidoscopio di ghiacci e riflessi rosa nel cielo.

Snaefellsnes si presenta con montagne e pianure ghiacciate che si lanciano verso il mare, dove le spiagge di sabbie nere e i faraglioni sono incrostati di stalattiti di ghiaccio. Intorno ai fari in fondo ai promontori non s’incontra nessuno, il vento rompe il silenzio dell’inverno del grande nord.

Con un occhio sulla condizione delle strade, spesso chiuse per bufere troppo violente, ho percorso tutta la via a su, attraverso passi dove la strada sparisce nella neve spazzata dal vento, pianure bianche e cascate cristallizate. Fino a Skaftafell, teatro di incontro tra venti gelidi dei ghiacciai e di sibili caldi dalla corrente del golfo. Il risultato è il clima estremo, dove  Jokulsarlon e la sua baia ospitano pezzi di iceberg sbattuti sulla spiaggia dalle onde indomite.

Se devo scegliere la stagione migliore in Islanda, non ho dubbi, prendo l’inverno.

L’Islanda è uno dei capitoli del mio libro “Racconti da Grande Nord. Viaggio alle alte latitudini”.

Il libro è edito dalla casa editrice Polaris: https://www.polariseditore.it/prodotto/racconti-dal-grande-nord/

Libri e guide di viaggio in Islanda

L’Islanda ha una grande scelta in merito a libri di narrativa di viaggio. Da segnalare, tra gli altri:

Dove le pietre volano, Luisella Carretta. Un diario di viaggio in Islanda.

The passenger, edito da Iperborea. Una raccolta di scritti e immagini sull’Islanda, sulla sua gente e le particolità di quest’isola ai confini dell’Europa

Tutta la solitudine che meritate – Viaggio in Islanda, di Claudio Giunta e Giovanna Silva. Un libro che abbina fotografie al testo, anche se non è un vero libro fotografico.

Elements, images of Iceland, di Elisabetta Rosso. Un vero libro fotografico stampato in formato per fotografia.

Luci d’estate, ed è subito notte. Di Jon Katmandu Stefansson. Una serie di racconti da un piccolo villaggio nel nord dell’Islanda.

Reykjavík Caffè di Solveig Jonsdottir. Un romanzo che racconta la vita di quattro donne nella capitale islandese.

Il libro dei vulcani d’Islanda. Storie di uomini, fuoco e caducità. Di Leonardo Piccione. Una raccolta di racconti, ognuno dei quali incentrato su uno dei vulcani dell’isola.

Fiabe Islandesi, tradotto da Silvia Cosimimi. Una raccolta di fiabe nordiche, non adattate ai bambini, che permettono una riflessione più profonda sulla cultura islandese.

Islanda. L’isola incompiuta, di Olivier Grunewald e Bernadette Gilbertas. Un libro sull’eruzione del vulcano Eyjafallajökull nel 2010, per chi vuole approfondire una storia recente di cui tutti abbiamo sentito parlare.

Qualche immagine dai miei viaggi in Islanda (non presenti nel libro)

Libri di viaggio in Islanda immagine sulla strada

Sulla strada: Un viaggio in Islanda è anche un viaggio “on the road”. Lungo Snaefellsnes e nei fiordi di nord ovest, specialmente in inverno, capita di viaggiare a lungo senza incontrare nessuno, inseguendo una montagna, un faro, una spiaggia deserta. Dietro a ogni curva non si sa cosa ci aspetta.

Libri di viaggio in Islanda  Fiume ghiacciato alba e tramonto

In pieno inverno, la luce dell’alba si unisce confonde con quella del tramonto. I colori caldi del sole contrastano con il ghiaccio delle montagne, del mare, dei laghi, e di un’ansa di un fiume che sembra sul punto di congelarsi.

Libri di viaggio in Islanda - Tramonto in inverno

Penisla di Snaefellsnes: una casa affaccia sul mare ghiacciato, scaldata per un attimo dalla luce del sole. L’alba arriva a mezzogiorno e il tramonto soltanto qualche ora dopo. Sullo sfondo, montagne, spiagge nere, e qualche faro isolato.

Libri di viaggio in Islanda - Tundra invernale

La pianura islandese, verde e rigogliosa in estate, si trasforma in una tundra macchiata di bianco. Le montagne sullo sfondo, che sembravano pacifiche e mansuete durante la stagione calda, ora paiono severe e indomabili.

Libri di viaggio in Islanda - Mare

Penisola di Snaefellsnes: vicino a un faro, un promontorio incrostato di ghiaccio si affaccia sul mare. Oggi il vento a calmo e le onde muovono appena l’acqua intorno alla roccia. Se si torna qui in un giorno di tempesta, la visione sarà decisamente più drammatica.

libro di viaggio islanda Kirkjufell

Kirkjufell, una montagna che con se porta leggende e storie antiche. Se si cammina sul lato opposto del fiume, la si può vedere in tutto il suo splendore, specchiandosi sull’acqua non ancora congelata.

libri di viaggio islanda neve

Guidando sulle strade dell’Islanda puà capitare di trovarsi in questi luoghi, dove la strada si confonde con la tundra, a la luce onirica ti fa fermare ogni chilometro per godere di visioni che durano alcune decine di minuti, prima che il sole faccia irruzione nella scena con i suoi raggi caldi.

libri di viaggio islanda grotta nel ghiacciaio

Il ghiaccio di una grotta, compresso e levigato, sembra essersi trasformato in un vetro di Murano: liscio, sinuoso, che riflette una intensa luce blu. Si può camminare attraverso i cunicoli del ghiacciaio al riparo del vento gelido che impervesa fuori.

libri di viaggio islanda iceberg

Un piccolo iceberg spiaggiato nei pressi di Jokulsarlon. L’Islanda è anche questo: una spiaggia nera, una delle tante, dove però i blocchi di ghiaccio che si staccano dal ghiacciaio finiscono alla derivi, trascinati dalle onde e dal vento. Per lo scatto perfetto bisognerebbe aspettare il tramonto in una giornata serena. Ma anche con il brutto tempo, l’ambientazione mantiene il suo fascino.

libri di viaggio islanda gluggafoss cascata

L’Islanda è un museo di cascate. Le più famose, sono spesso prese d’assalto dai turisti. Gluggafoss, piccola e nascosta un po’ all’interno rispetto alla strada principale, è in genere snobbata dai viaggi organizzati. In inverno, verso il tramonto, ha un fascino non minore delle più famose sorelle maggiori. E ce la si può gustare in totale solitudine.

libri di viaggio islanda casa tetto in erba

L’Islanda è la terra del ghiaccio e del fuoco. Del ghiaccio, però, principalmente in inverno. In estate, le casette tradizionali hanno l’erba mossa dal vento, immerse in campi verdi pieni di fiori. Questa foto potrebbe essere scattata anche a mezzanotte, prima che il sole tramonti, per pochi minuti, prima di sorgere per un’altra lunghissima giornata.

4 comments on “Libro di viaggio in Islanda

  1. Tra i libri suggeriti, quale potrebbe essere più adatto da leggere in viaggio in Islanda? Ho già ordinato “racconti dal grande nord” perché sono curioso anche degli altri paesi, in più vorrei un libro specifico sulla sola islanda… consigli?

    1. Buona sera Andrea, è difficile dirlo perché i gusti in merito ai libri di viaggio sono sempre molto personali. Prova a leggere la sinossi di ognuno e scegli in base all’istinto, non sbaglerai. E spero che tra i vari libri che leggerai ti piacerà anche io mio. Buona lettura!

  2. Difficile scegliere tra libri sull’Islanda. Ho letto questo e sono rimasto impressionato dall’avventura in inverno. Il mio primo viaggio in Islanda sarà questa estate, già prenotato e spero sarà confermato, ma so già che probabilmente tornerò, per l’aurora boreale e per un viaggio diverso. Complimenti per il libro perché mi è piaciuto molto. Uno dei libri più avvincenti sui paesi del nord che mi sia capitato tra le mani, specie per il racconto in diretta e molto reale.

    1. Grazie per il commento Silvano, mi fa piacere che il libro sia piaciuto. L’inverno in Islanda è molto particolare e merita di essere vissuto. Secondo me, meglio nel periodo più buio, l’ideale dopo le vacanze di capodanno perché c’è pochissima gente in giro, quasi nessuno, e ci si può godere il viaggio al massimo. Nel tardo inverno invece credo che si stia sviluppando un turismo via via crescente, per l’aurora boreale in primis…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.